stai leggendo

Le donne in politica

Valentina, guardavo i risultati delle ultime elezioni europee. Mi stupisce la crescita della destra e del centro destra. A volte ci si crede che l’orrore insegna qualcosa, ma alla luce delle ultime votazioni pare di no. Tutt’altro. Malgrado tutte le fotografie, le veline, l’uso dei voli dello stato per usare a mo’ di pulmino le strutture dello Stato per il trasporto delle adolescenti del primo ministro d’Italia verso la sua villa in Sardegna, la gente continua a votarlo. Gli italiani votano a destra e a una destra che non dà i migliori esempi democratici. Insomma gli italiani vogliono Berlusconi.

Pochi giorni fa, Jose Saramago ha scritto su El pais un articolo intitolato La cosa Berlusconi: “Non vedo che altro nome potrei darle. Una cosa pericolosamente simile ad un essere umano, una cosa che offre feste, orge e comanda in un paese chiamato Italia. Questa cosa, questa malattia, questo virus minaccia di essere la causa della morte morale del paese di Verdi se un vomito profondo non riesce a strapparlo della coscienza degli italiani prima che il veleno finisca di corrodere le vene e con la distruzione del cuore di une delle più ricche culture europee.

Insomma, questi valori proposti da Berlusconi pare che oggi siano quelli che preferiscono gli italiani. E pure le italiane. E quindi ho pensato che forse dare uno sguardo alla partecipazione politica delle donne nei due paesi (in Italia, e in Argentina o l’altra patria degli italiani) potrebbe essere interessante anche per quelli che troppo in fretta dicono che l’Argentina sia un paese populista, antidemocratico, troppo latinoamericano. Ma alla luce di quel che succede nel mondo della Cosa Berlusconi, non so se pensare che in Argentina da questo punto di vista si sta un po’ meglio. O forse, meno peggio.

Vediamo alcuni numeri. In Argentina le donne in Parlamento sono il 40% (103 donne su un 256 poltrone) alla Camera e il 38,9% al Senato (28 senatrici su un totale  di 72 poltrone). Di fatto una ricerca sul ruolo della donna in diversi aspetti sociali come l’economia, la politica e la salute, danno all’Argentina un luogo non spregevole e cioé questo paese dell’America Latina, é al primo posto nella regione e quarto nel mondo per la quantitá di donne in Parlamento. Ne seguono costa Rica con il 36,8% e Cuba con il 36%. In Italia questa cifra é assai piú bassa. Il 14% del Senato é occupato dalle donne e il 17% nella Camera. Queste percentuali danno all’Italia l’83° posto nel ranking mondiale di donne in politica.

Discussion

2 comments for “Le donne in politica”

This website uses IntenseDebate comments, but they are not currently loaded because either your browser doesn't support JavaScript, or they didn't load fast enough.

  1. […] de la prensa sobre los escándalos sexuales y el abuso de poder del Cavaliere, sobre su idea de mujer en política, sobre esta falta de respecto y valores? Tags: berlusconi, el pais, fotos, il corpo delle donne, […]

    Posted by La imagen de la mujer italiana: television y escandalos de Berlusconi | MIA - Mujeres Italianas Argentinas | June 11, 2009, 1:11 pm
  2. […] la nostra riflessione sulla partecipazione politica delle donne, tra Argentina e Italia […]

    Posted by principali candidate donne alle prossime elezioni in argentina | MIA - Mujeres Italianas Argentinas | June 12, 2009, 7:04 am

Post a comment


Feed by liquida
Technorati Profile