stai leggendo

MIA Actualidad

Violenza di genere: leggi e interventi sugli uomini violenti

Mentre in Italia prosegue lo stillicidio di titoloni da prima pagina sulle violenza perpetrate dagli stranieri e comincia, timido, il dibattito sul recente provvedimento approvato che istituisce e punisce il reato di “stalking” (atti persecutori), in Argentina è stata approvata una legge integrale per prevenire, sanzionare e sradicare la violenza contro le donne in tutti i loro ambiti di relazione interpersonale.

La legge argentina non istituisce nuovi reati penali, bensì allarga l’originaria definizione di violenza che, nel paese, era una fattispecie relegata all’ambito familiare; la legge allarga addiritura alla violenza simbolica, usata dunque dai mezzi di informazione per promuovere messaggi discriminatori. Sarà interessante vederne l’applicazione / applicabilità!

La violenza contro le donne è, infatti, ravvisabile in “qualsiasi condotta, azione o omissione che, in modo diretto o indiretto, in ambito pubblico e in quello privato, basata su una relazione di potere disuguale, abbia, per la donna, effetti sulla sua vita, libertà, dignità, integrità fisica, economica o patrimoniale così come di sicurezza personale".

Prevenzione, formazione, allargamento della tipologia di reati, ma per gli uomini violenti, che fare? Il metodo arriva dal Canada: un consolidato mix di tecnica per riconoscere e controllare i sintomi della violenza accompagnata da momenti di riflessione sulle tematiche di genere, che aiutano gli uomini a prendere coscienza della disuguaglianza nella relazione con la donna, della necessità di non discriminare. Un percorso obbligatorio per i condannati che impedisca dunque l’abbandono della terapia.

E mentre in Italia ce ne parla Maria Assunta Sarlo, raccontando dello psicanalista Luigi Colombo e la sua esperienza dei gruppi per uomini violenti del carcere di Bollate, in Argentina ne parla lo psicologo Mario Payarola, raccontando a Pagina 12 che, a volte, le donne maltrattate guardano con diffidenza a questi gruppi, soprattutto se gestiti da uomini perché credono che il coordinatore si possa alleare con il violento …

Payarola, che, come gli italiani, spinge perché questo metodo sia riconosciuto obbligatorio nel trattamento dei reati di violenza familiare, mette in guardia da alcune recenti esperienze statunitensi dove, al violento, è stata imposta la frequenza di corsi di yoga. Dice Payarola “i gruppi di gestione della rabbia … sono trattamenti basati sul controllo dell’ira e non affrontano le problematiche di genere … la tecnica da sola non basta”.

Esperienze ancora limitate, poco conosciute e praticate per affiancare gli uomini violenti nella presa di coscienza del proprio problema.

Discussion

3 comments for “Violenza di genere: leggi e interventi sugli uomini violenti”

This website uses IntenseDebate comments, but they are not currently loaded because either your browser doesn't support JavaScript, or they didn't load fast enough.

  1. Le donne tutte poverine vero?? Ma guarda un po’!… Vorrei tanto
    sapere se loro sanno che significa trascorrere un sabato sera da
    sole…andare in bianco per anni…solo poche che lo sanno…Invece gli
    uomini soli, tantissimi in Italia (forse il 40%) in astinenza
    affettiva/sessuale forzata imposta dalle donne che li rifiutano a causa
    della loro non corrisposta presenza fisica od economica i quali
    insistono per colmare il bisogno d’amore che gli manca…. NON devono
    essere perseguitati da questa ulteriore legge truffa solo a tutela
    della donna!!! L’ Italia è l’unico paese al mondo che legalizza il
    mal comportamento, il malcostume, le scorrettezze, i capricci ed i vizi
    delle donne, le quali hanno seminato in questi ultimi 30 anni solo
    solitudine e frustrazione tra gli uomini….gli uomini che soffrono la
    solitudine perché eternamente rifiutati, hanno il diritto di insistere
    affinché vengano accettati ….! Le donne devono imparare ad accettare
    con coerenza gli uomini che soffrono la solitudine specialmente se di
    animo nobile e di buoni sentimenti, invece di fare sempre al
    contrario…la donna a causa della sua profonda ignoranza si diverte a
    torturare psicologicamente spesso gli uomini che non lo meritano
    sinceri ed onesti. Questa legge gli fornisce un arma in più per finire
    di distruggere quel poco di onestà che c’è rimasta nell’uomo e per
    favorire al massimo l’ipocrisia che ha costruito questo mondo “Finto”
    dove conta solo l’apparenza fisica ed il denaro.
    Uomini veri ribellatevi..!!!

    Posted by giorgio67 | April 18, 2009, 4:25 am
  2. sei messo male male…sicuramente sei il classico tipo che dopo 20anni ancora nomn è riuscito a rassegnarsi per una storia d’amore finita…ma pensa a vivere e cerca di trovare un pò di serenità e allegria..per forza ti mollano se fai sti discorsi..sai che palle!!!!ripigliati un pò a me mi hai fatto angosciare..ma..sai che c’è che son propio quelli come te che credono che le leggi siano a favore delle donne a far si che vengano create perchè non hanno rispetto e solidarietà perchè si incazzano se qualcuno ci tutela tu forse sarai stato sfruttato da una donna mi spiace ma se fosse tua figlia a subire uno stupro o la trovassi massacrata di botte in ospedale dimmi un pà ragioneresti ancora così..o se tua madre venisse ammazzata dal suo compagno parli per niente e sei tu un ignorante babbuino che sputa fuori veleno..ha fatto bene quella lì,,tiè..e spero che te ne becchi una peggio così impari..e curati.

    Posted by sabrina | September 22, 2009, 11:51 am
  3. ahahahahahahahahahah stata bravissima sabrina!!!!!!!!! quello è proprio tutto scemo! deve proprio curare il cervello. E forza alle donne!!!!!

    Posted by cheron | January 27, 2010, 9:54 am

Post a comment


Feed by liquida
Technorati Profile