stai leggendo

Teatro argentino: una guida alle sale di Buenos Aires

Buenos Aires è mondialmente riconosciuta come una delle piazze teatrali più importanti. Nel 2007, quasi due milioni e mezzo di spettatori si sono accalcati nelle sale del suo circuito commerciale mentre oltre mezzo milione ha frequentato le sale del circuito off.

Se vi trovate in città e capite lo spagnolo, MIA condivide con voi una preziosa guida al teatro. Alternativa Teatral, il portale di riferimento del teatro argentino, recensisce quasi 1.200 sale soltanto a Buenos Aires, la scelta è dunque vastissima! Per orientarsi nel panorama off, spesso foriero di piacevoli scoperte, ecco qua un elenco delle sale che, qualsiasi cosa andiate a vedere, non uscirete pentiti.

Timbre 4: è la sala teatrale di Claudio Tolcachir ed è una casa riadattata a piccola sala. Nonostante l’apparente precarietà del luogo, questo spazio ha prodotto tra i migliori lavori teatrali degli ultimi anni, molti dei quali premiati all’estero. Fondamentale prenotare!

Camarin de las musas: è lo spazio teatrale, tra gli altri, di uno degli attori argentini di cinema più in voga, Julio Chavez che qui dirige le sue opere! E’ anche uno spazio di esposizioni ed un centro di formazione con corsi e seminari.

Teatro del pueblo: è stato tra i primi teatri indipendenti dell’Argentina e dell’intera America Latina, fondato alla fine del 1930, attualmente è diretto da Carlos Somigliana. Ha più sale ed una programmazione intensa e di qualità.

El porton de Sanchez: è una sala dove si alternano teatro e danza; lo spazio offre altresì numerosi corsi di formazione. Qui abbiamo avuto la sorpresa di scoprire uno degli spettacoli di improvvisazione teatrale più divertente e ben fatto della città, Somos nosotros di Osqui Guzman.

In generale, vi consigliamo di cercare sul portale Alternativa Teatral quando arrivate a Buenos Aires cosa c’è in cartellone. Ci sono anche offerte e segnalazioni per spettacoli che fanno sconti o concedono entrata gratuita "last minute", da non perdere!

Per chi non capisce lo spagnolo, resta sempre la possibilità di andare ad ascoltare musica, provate la ricerca con la parola chiave "concierto" e vi compariranno gli spettacoli in cartellone. Comunque, uno dei nostri luoghi preferiti è un’altra piccola sala, No Avestruz, che non vi deluderà per la qualità dei cantanti che la frequentano.

 

Discussion

No comments for “Teatro argentino: una guida alle sale di Buenos Aires”

This website uses IntenseDebate comments, but they are not currently loaded because either your browser doesn't support JavaScript, or they didn't load fast enough.

Post a comment


Feed by liquida
Technorati Profile